Grammatiche

Il mio Erasmus+ a Kaunas (F. Giannuli)

Kaunas Nel raccontare quella che è stata la mia esperienza in Erasmus+, un’esperienza a dir poco indimenticabile, ho deciso di partire dalla mia scelta della sede. I miei criteri di scelta erano diversi, si passava dalla durata della mobilità (volevo stare via il più possibile) al clima nel paese ospitante (i climi freddi avevano la precedenza), passando per il criterio secondo il quale la mia destinazione avrebbe dovuto essere il più possibile diversa dall’Italia. Avevo voglia di andare in un posto molto diverso dalla realtà alla quale ero abituato. Alla fine sono stato scelto per andare a Kaunas, ovvero la seconda città più grande della Lituania. Sono andato là senza sapere troppo sia per quanto riguardasse Kaunas che la Lituania in generale. Più che altro, ero a conoscenza di diversi stereotipi, come il fatto che là si parli Russo o che siano un paese molto arretrato, poi rivelatisi falsi. Sono arrivato in Lituania circa un mese e mezzo prima dell’inizio dell’anno accademico perché mi era stata data l’opportunità, in quanto studente Erasmus, di partecipare gratuitamente ad un corso intensivo di lingua lituana, durante il quale venivano organizzate gite in diversi luoghi della Lituania. Devo ammettere che, nonostante il Lituano sia una lingua estremamente difficile da imparare, ho scoperto l’utilità di questo corso durante la mia permanenza (un anno). Infatti, molti penseranno che in un mese non si possa imparare una lingua. Io penso che dipenda dalle esigenze che ognuno ha. Nel mio caso, ad esempio, ciò che ho imparato in quel mese di lezioni mi è servito per avere conversazioni molto banali con persone con cui non era possibile utilizzare altre lingue nelle quali sono (più o meno) competente. Queste situazioni si verificano, nella maggior parte dei casi, quando ci si trova in un negozio e non vi è la possibilità di utilizzare una lingua franca con il/la commesso/a. Mi sento di dover sottolineare il fatto che in Lituania quasi tutte le persone giovani riescono almeno a farsi capire in Inglese, non vi è perciò motivo di preoccuparsi.
KaunasTorniamo a concentrarci sull’università. Prima del regolare inizio delle lezioni l’università organizza una settimana di orientamento, vale a dire una settimana nella quale ogni giorno si svolgono attività o conferenze di vario tipo. Tutto ciò è utile per comprendere il funzionamento dell’università e per scoprire qualcosa sulla città e il paese. Ci sono alcune differenze tra l’università in Italia e quella che ho frequentato in Lituania. Per prima cosa, è bene dire che i voti non sono in trentesimi, ma in decimi, con la sufficienza che si raggiunge ottenendo un 5 (non un 6, come siamo abituati a pensare in Italia). Sempre parlando di voti, una grossa differenza è rappresentata dal modo in cui il voto viene attribuito. Mentre in Italia il voto finale è dato da un solo esame (o al massimo da 1/2 parziali che poi influenzano il risultato finale), alla Vytautas Magnus University il voto finale è frammentato in diverse parti che hanno peso differente. Un esempio potrebbe essere il seguente, voto finale = Esame Finale 50% + Parziale di Metà Corso 30% + Presentazione (di un argomento relativo al corso) 10% + Continuità nello svolgimento dei compiti a casa e Partecipazione attiva in aula 10%. Questo è solo un esempio, le percentuali variano da corso a corso. Per quanto riguarda lo svolgimento delle lezioni, devo dire che sono rimasto colpito. Le lezioni si tengono con un numero di studenti che, solitamente, si aggira intorno alla ventina. Ne deriva che il rapporto studente/professore sia spesso quasi di amicizia. Parlando di esami, mi sento di dire che gli esami non sono così pesanti.
Ora utilizzerò qualche riga per parlare della mia esperienza con le lezioni di Tedesco. Ho frequentato due diversi tipi di corsi: uno (che chiamerò generale) potrebbe essere paragonato ai nostri lettorati e l’altro era concentrato esclusivamente sulla grammatica...


leggi tutto...



Willkommen in Kempten (S. Iannello)

KemptenNonostante abbia frequentato un liceo scientifico alle superiori, mi sono diplomata con un obiettivo: imparare il tedesco. Ero determinata a seguire qualsiasi strada mi avrebbe portato ad esso. Entrata a Modena mi hanno subito inserita nel gruppo di lettorato dei principianti e il primo anno mi sono trovata particolarmente......

leggi tutto...

Il mio progetto Leonardo a Berlino (A. Frasca Caccia)

BerlinAvete presente quella bella e felice sensazione che si ha quando, dopo aver preso la laurea, ci si ritrova in Germania a parlare tedesco come se dentro se stessi ci fossero la Merkel e Ratzinger che dicono tutti gli “Zungenbrecher” e tutti applaudano come durante la cerimonia degli Oscar? - Bene! Ora immaginate...

leggi tutto...

Ein Jahr in Sizilien - zwischen Krise und "dolce vita" (S. Zonk)

CataniaGranita, Giuseppe, Fischmarkt, Etnaausbruch, Orangen, Spanier, Dialekt, Platz-an-der-Sonne, Arancini, Herzlichkeit, 40-Cent-Caffè, Salvatore, Englisch-keine-Hilfe, harter-Winter, Strandpartys, Universitätsstadt, Hitze, Gestank, Schmutz, per-Anhalter-durch-Sizilien, Canolli, Tranquillo!, hupender Ameisenhaufen, Pasta, Pasta, Pasta, Multikultiland, Geschichtsliebhaber...

leggi tutto...


Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per ricevere informazioni su manifestazioni e iniziative dedicate alla lingua e alla cultura tedesca

Contattaci

  • Telefono:
    (0039) 329 / 4904712
  • Indirizzo:
    Lingua e traduzione tedesca
    DSLC - UniMore
    Largo Sant'Eufemia, 19 - Modena